Differenze tra occhiali bifocali e progressivi.

avatar

Pubblicato da Paolo Cristofolini - 23 agosto, 2017

header-picture

Conosci le differenze tra occhiali bifocali e progressivi? Probabilmente se sei giunto su questa pagina la risposta è negativa, ma non ti preoccupare, qui troverai tutte le risposte che stai cercando. 

In questo articolo infatti faremo chiarezza una volta per tutte sulle caratteristiche riguardanti gli occhiali bifocali e quelli progressivi.

Devi sapere che il problema della presbiopia e della miopia in generale, riguarda una fascia d’età specifica: gli ultra quarantenni.

E’ dai quarant’anni in poi infatti, che in media questi problemi della vista sono presenti nella maggioranza delle persone. Le cause sono molteplici, ma principalmente legate al lavoro d’ufficio, davanti al computer. Trascorrere molte ore davanti ad uno schermo infatti, con il trascorrere del tempo può causare problemi alla vista. Come fare a curarli, e quali occhiali scegliere?

Occhiali bifocali o progressivi, quali scegliere?

Gli occhiali negli ultimi anni hanno visto un cambiamento epocale, passando dai semplici occhiali da vista, alle lenti bifocali e progressive, dai normali occhiali da sole alle lenti polarizzate e fotocromatiche.

Ma cosa ha comportato questo cambiamento? In molti casi questi occhiali hanno reso la vita di tutti noi più semplice e confortevole! Come? Beh, solo pochi anni fa se si soffriva sia di miopia che di presbiopia, bisognava necessariamente portare con se due paia di occhiali. Ti sarà capitato ancora di vedere da piccolo, gli anziani seduti al bar con il giornale in mano e al collo una collana di occhiali. Magari ti chiedevi se tutti quegli occhiali fossero un modo per attirare l’attenzione, della semplice smania di protagonismo.

Scherzi a parte no, fino a qualche lustro fa chi soffriva sia di miopia che presbiopia doveva necessariamente utilizzare due paia di occhiali, uno per vedere da lontano, l’altro da vicino. Con gli occhiali bifocali, il fastidio di dover portare sempre due paia di occhiali da vista è venuto meno.

Questi occhiali infatti hanno una lente a mezza luna più piccola, per vedere da vicino, mentre la lente “ normale “ serve per vedere da lontano. Il problema delle lenti bifocali è che non permettono vie di mezzo: puoi vedere da lontano, o da vicino, tutte le zone cosiddette intermedie restano in una zona d’ombra. Come riuscire quindi ad avere una vista sempre perfetta, da vicino, da lontano e a distanze intermedie? La risposta naturalmente sono gli occhiali progressivi! Ma quindi, cosa scegliere, gli occhiali bifocali o quelli progressivi?

 

Occhiali bifocali e progressivi: vantaggi e svantaggi

Abbiamo visto che le principali differenze tra gli occhiali bifocali e progressivi stanno nella natura delle loro lenti. Mentre quelle degli occhiali bifocali sono nettamente distinte una dall’altra ( la lente per vedere da lontano e quella per vedere da vicino ) negli occhiali progressivi questa netta distinzione viene meno.

Ma allora, quali occhiali usare? Quelli progressivi o quelli bifocali?

La risposta a questa domanda, come spesso accade è: dipende! Dipende dall’utilizzo che ne fai e in che circostanze li usi.

Ma vediamone più nel dettaglio i vantaggi e gli svantaggi!

Vantaggi occhiali bifocali:

  • Come abbiamo detto questo tipo di occhiale è dotato di due lenti ben distinte, e permette quindi una visione nitida sia da lontano che da vicino
  • Possono essere utilizzati come occhiali unici, sia per chi non vede bene da lontano che vicino
  • Possono diventare una valida alternativa per chi utilizza gli occhiali progressivi quando fa sport.

Svantaggi occhiali bifocali:

  • Come abbiamo visto, il principale e forse l’unico: non garantisce una visione nitida sulle distanze intermedie
  • Discontinuità di visione tra la lente per vedere da lontano e quella per vedere da vicino

Vediamo ora invece i vantaggi e gli svantaggi di utilizzare occhiali progressivi, stavolta però partendo dagli svantaggi.

Svantaggi occhiali progressivi:

  • Tempi di adattamento alle volte piuttosto lunghi. Le ultime tecnologie a riguardo hanno risolto di molto questo problema, tuttavia per sentirsi a proprio agio con questo particolare occhiale, è necessario un periodo di adattamento che varia da persona a persona.
  • E’ sconsigliato l’utilizzo a chi soffre di disturbi dell’equilibrio ( labirintite, vertigini ecc. )

Vediamo invece i numerosi vantaggi:

  • E’ la lente migliore per chi soffre di presbiopia
  • Visione nitida a tutte le distanze ( vicino, lontano, zone intermedie )
  • Elevato comfort visivo
  • Possibile utilizzo in tutte le situazioni, soprattutto per chi trascorre molto tempo davanti al monitor di un computer
  • Diversamente da altri occhiali, queste lenti devono essere personalizzate in base alle caratteristiche fisiche del paziente. E’ quindi necessario rivolgersi ad un ottico e prenotare una visita. Non sai come fare? Te lo diciamo noi, vai alla nostra pagina “ cerco ottico “ puoi trovare quello più vicino a te!

Occhiali bifocali e progressivi: Conclusioni

Come hai avuto modo di notare le differenze tra gli occhiali bifocali e progressivi sono sostanziali. Si può tranquillamente affermare che i secondi sono un’evoluzione dei primi, anche se i modi di utilizzo restano diversi e vanno a soddisfare diverse esigenze.

Una cosa però è di fondamentale importanza, e ci preme sottolineare: gli occhiali progressivi devono essere fatti “ su misura “ devono quindi essere personalizzati.

Per fare questo ti devi necessariamente rivolgere ad un ottico, meglio ancora se dopo una visita oculistica. Se poi desideri acquistare un paio di lenti progressive sviluppate con le ultime tecnologie, a prezzi decisamente al di sotto la media di mercato, in questo caso non devi far altro che accedere alle nostre offerte!

 

Topics: differenze tra occhiali, confronto occhiali, differenza tra lenti

Vai all'offerta >

Recent Posts